Sono sempre alla ricerca di ingredienti nuovi da sperimentare e dopo essermi imbattuta un giorno nel muscolo di grano, ho fatto un po di ricerche ed ho scoperto che è stato inventato nel 1991 in Calabria da Enzo Marascio. Il muscolo di grano è un derivato della lavorazione del glutine di frumento, a cui viene aggiunta una farina di legumi (lenticchie, soia, piselli, lupini, ceci). E’ un prodotto privo di colesterolo ma con un livello proteico molto alto dato dalla combinazione tra frumento e legumi. Sembra che il suo apporto proteico sia migliore del seitan. Quindi ho deciso di provare a fare il muscolo di grano, non sapendo le quantità esatte della ricetta originale, anche perché ovviamente è segreta, secondo i miei gusti personali. Provatela e fatemi sapere!

Ingredienti:

100 gr di farina di lenticchie rosse

100 gr di farina 00

200 ml di acqua

sale

paprica affumicata

1 cucchiaio di trito di scalogno e porro

brodo vegetale : 1 carota, 1 zucchina, 1 patata, 1 pomodoro, 1/2 porro, 1 scalogno, 1/2 cipolla, 1 costa di sedano, prezzemolo, 2 foglie di alloro, sale

1 retina per arrosto

Procedimento: in una ciotola mettete le due farine, la paprica, il trito e l’acqua. Impastate fino ad ottenere un bel panetto morbido. Lasciatelo riposare per una ventina di minuti coperto da un canovaccio. Nel frattempo preparate il brodo. Mondate tutte le verdure, tagliatele grossolanamente e mettetele in una pentola capiente con dell’acqua e sale grosso. Trascorso il tempo di riposo del muscolo di grano, mettetelo dentro la retina e dategli la forma di un arrosto. Mettete ora il vostro muscolo di grano nel brodo e cuocetelo per circa 45/50 minuti. Potete conservarlo, in un recipiente chiuso ermeticamente, coperto dal brodo di cottura, per circa due settimane.

20161130_210213

Annunci