Cucino i miei sogni,le mie emozioni,i miei desideri…perché le persone che assaggeranno i miei piatti possano ricevere ogni volta un’emozione diversa

Mi chiamo Simona Deidda, sono ragioniera e madre di due splendide bambine che considero il mio capolavoro più grande. Ho sempre lavorato come impiegata in vari settori, anche se il mio desiderio più grande sin da quando ero piccola, era quello di poter diventare una grande chef. Questo sogno è rimasto chiuso nel cassetto fino a quando, per una serie di eventi e circostanze, ho deciso finalmente di aprire quel cassetto e rendere realtà quel sogno. Così a 40 anni mi sono rimessa in gioco, nonostante tutte le possibili difficoltà, e ad ottobre 2015 ho iniziato a lavorare come cuoca vegana a Cascina Bellaria. Ed oggi sono qui a scrivere il mio primo blog che dedico a tutte le meravigliose persone che ho avuto la fortuna di conoscere in tutti questi mesi, affinché possano leggere le mie ricette e possano provare a riprodurre i sapori e le sensazioni che hanno sentito attraverso i miei piatti.

Arricchirò le mie ricette con trucchi, segreti e informazioni utili sulle proprietà degli ingredienti che andrò ad utilizzare.

La mia biografia sarebbe veramente troppo lunga e non voglio annoiare nessuno, magari un giorno scriverò un libro su di me ma adesso passo e chiudo!

Perché hai chiamato il blog 50 sfumature di veg? Bella domanda!

C’è più di un motivo per cui ho chiamato questo blog come il celebre film e libro “50 sfumature di grigio”: il primo motivo è perché il cibo, l’amore e la passione per me devono coesistere sempre insieme ed il secondo motivo è perché la mia cucina ha mille sfumature non solo 50; ogni piatto che preparo nasce non solo per nutrire il corpo ma anche la mente e l’anima, da qui la necessità di utilizzare più ingredienti che doneranno “sfumature” diverse ai piatti, perché come direbbe il filosofo Feurbach “Noi siamo ciò che mangiamo”.

Annunci